Storia

Il Lions Club Narni nasce su iniziativa di un gruppo di amici, che sotto la guida del club sponsor TODI, si impegnò alla sua costituzione. Questi uomini furono animati dal desiderio di offrire un servizio disinteressato alla comunità più vicina, quella locale nella quale ogni singolo club opera costruttivamente con una fisionomia di unicità e di concretezza, fino a quella più ampia, distrettuale, nazionale, internazionale per cui ogni club si sente parte di un tutto che è poi la grande famiglia Lions.

Fin dalla sua fondazione, il club Lions di Narni, ha dimostrato, con la propria azione di avere pienamente compreso gli scopi e le finalità del servizio lionistico; le attività del club sono sempre state impostate ad una aperta e leale collaborazione con le istituzioni, per l’affermazione dei valori fondamentali per lo sviluppo di una società libera e giusta e per l’aiuto in favore di coloro che godono di minori possibilità.

Durante la sua crescita evolutiva, il club ha sempre dimostrato, pur attraverso un cammino frastagliato e complesso, solidarietà, cultura della pace e della concordia, contro l’individualismo sfrenato, il culto della personalità e l’incapacità di lavorare per crescere insieme.

Nell’avvicendarsi degli uomini, nella evoluzione delle vicende umane, nella trasformazione delle modalità di approccio alla realtà sociale, è sempre presente l’orgoglio di essere partecipi di un grande progetto associativo e l’impegno ad operare nel futuro, per rendere sempre più vivo il motto “WE SERVE”.

 

        

                                                                                                                                                                                                

 ANNO 2015  –   Il LIONS CLUB DI NARNI COMPIE E FESTEGGIA 40 ANNI DI ATTIVITA’                                                                                                                                                                        

 

PRESENTAZIONE

Al ricordo delle attività realizzate in ottemperanza al Lionismo, soccorre questa pubblicazione ,dovuta alle puntuali cure della dott.ssa Clelia Alaimo, socia del Club. Tra i Services in linea con gli scopi del Lionismo, sono ricordati, come fondamentali, le attività volte alla partecipazione al benessere sociale e morale della comunità  narnese. Essa si avvale , per la sua realizzazione, anche del soccorso della memoria come consapevolezza riflessa del percorso intrapreso, come verifica costante della consistenza della propria attività  e come incentivo a proseguire sulla linea di azione proposta.

Sono queste le considerazioni che hanno sollecitato le celebrazioni  della fondazione del Club di Narni del distretto 108L per il quarantesimo anno dalla sua fondazione, facendo emergere, in questo modo, l’organicità degli interventi effettuati, la capacità, nel tempo, di comprensione dello spirito lionistico e l’ampiezza degli interessi che hanno dato luogo ai vari services.

Se, allora, da una parte ci si compiace del lavoro che il percorso mostra, si afferma, con altrettanta decisione, la volontà di continuità che il Club di Narni intende perseguire.

La conoscenza della mietitura conseguita – secondo la giusta metafora espressa dal motto individuato dall’attuale Governatore prof. Tommaso Sediari “ut sementem feceris ita metes” – non farà che favorire la continuità di un lavoro già premiato dalla incidenza sul territorio narnese cui essa ha dato luogo.

Prof. Roberto Stopponi

 

 

PREMESSA:

Sono passati 40 anni da quando si è costituito il Lions Club di Narni  e pensare che la sua costituzione si deve ad un gruppo di amici che invogliati e guidati dal già esistente Club di Todi ne attuarono la sua formazione e nascita.

Lo scopo perseguito fu quello di offrire alla cittadinanza narnese servizi utili nel massimo disinteresse personale , all’insegna dei principi della DEMOCRAZIA, LEALTA’, ed ALTRUISMO intervenendo e collaborando  con le Istituzioni Locali nell’espletare le attività socio – culturali.

Il Club in tutti questi anni è cresciuto numericamente (attualmente è formato da circa 45 soci) e risponde ai criteri più ampi di “distrettualità e nazionalità” nei quali si è ben inserito contribuendo, così, al crescere della grande famiglia dei Lions.

Nel Club gli interessi dei soci si sono da sempre focalizzati a) nel tendere una mano verso chi si trova, all’interno della sua comunità,  in situazioni di disagio sociale ed economico; b) collaborare con capacità intellettiva con le Istituzioni e/o Associazioni Locali; c) valorizzare l’arte esistente nella città di Narni con interventi  mirati; d) porre i soci componenti il Club in condizione di accrescere le  proprie conoscenze facendoli partecipi dei progetti  associativi che rendano sempre vivo il motto “WE SERVE”.

Certamente per attuare tutto ciò è stato e lo continua ad essere di straordinaria importanza  il lavoro “in squadra”  che ciascun Presidente ha impostato e la comunicazione che hanno attuato, perché per lavorare bene non è sufficiente l’azione diretta di ciascun socio ma è necessario condividere il programma annuale con tutti i soci affinchè esso si traduca in fatti concreti e di valido aiuto per i destinatari come si potrà notare dalla disamina del lavoro svolto nei 40 anni.

 

NARNI UNA CITTA’ PIENA DI STORIA:

Gli interventi che si sono fatti negli anni sull’arte esistente a Narni assumono interesse e importanza se si fa un riepilogo della sua storia.

Narni è arroccata su un colle ricoperto di ulivi dominante la pianura bagnata dal fiume nera e città del famoso condottiero Erasmo da Narni detto il Gattamelata (1370 – 1443). Le prime notizie storiche risalgono al 600 a.c. che la identificano in NEQUINUM (Narni) con i suoi abitanti, come colonia Sabina.

Nel 299 a.c. fu una colonia romana con il nome di NARNIA (dal fiume Nar, l’attuale Nera). Nel 233 a.c. diventò un’importante avamposto per la politica di Roma e anche per l’esistenza  della via Flaminia che attraversava la città; il  Vescovo Giovenale, di origine africana, chiamato dal Papa Damaso, cui è consacrata l’attuale Cattedrale, divenne nel 368 D.C. il  1° vescovo della città e quindi il “defensor civitatis”. La città raggiunse il suo massimo splendore fra il XII ed il XIV secolo, allorquando divenne libero Comune e successivamente un’importante città dell’Umbria meridionale. Intanto si affermava la politica di espansione del Papato nel 1371, anno del 1° insediamento dei “Governatori Pontifici” e anno di costruzione della rocca, orgoglioso simbolo della città.  In questo periodo fiorirono  numerose botteghe di  oreficerie e operarono per commissioni  importanti  artisti del Rinascimento (1400) come il Rossellino, il Ghirlandaio, il Bozzoli , il Vecchietta, l’Antoniazzo Romano e lo Spagna  i quali produssero opere prestigiose per la città.

Purtroppo il 27 Luglio 1527 La città fu incendiata e distrutta dai Lanzichenecchi  perché ostacolati sulla via del ritorno dopo che fecero il Sacco di Roma. La ripresa fu lenta ma continua: si ricostruirono le mura di cinta, le Chiese, i palazzi storici , espressione del centralismo pontificio, e nella seconda metà del 1500 la vita riprese a scorrere a pieno. Artisti del calibro dello Zuccari, del Vignola, del Sangallo e dello Scalza parteciparono alla sua rinascita donandole così gli antichi splendori.

Narni ha dato i natali ad importanti ed illustri personaggi tra i quali si annoverano : l’imperatore Cocceio Nerva, il vescovo Cassio da Narni,  il Gattamelata,la  Beata Lucia Broccadelli, il cardinale Berardo Eroli e l’umanista  Galeotto Marzio.

Oggi la città si presenta con le sue testimonianze medievali date dalle fontane, le piazzette ed i monumenti. Nel Museo della città di Narni sono custoditi e si possono ammirare “l’Incoronazione della Vergine” , dipinto del  Ghirlandaio, un affresco dello Spagna e un affresco rappresentante L’Annunciazione della Vergine di Benozzo Gozzoli. La Loggia dei Priori, risalente al XIV secolo è ritenuta opera di Matteo Giovannello detto il Gattapone. La casa del condottiero Gattamelata fa parte delle costruzioni medievali e la città è dominata dalla superba mole della Rocca di Albornoz, tra l’altro recentemente restaurata. Narni si sviluppa su una superficie di 197,86 Kmq e conta all’incirca 21.000 abitanti.

Per apprezzare l’impegno profuso dal Club in tutti questi anni nel raggiungere gli obiettivi fissati si ritiene opportuno analizzare i tre temi di interesse sui quali ha lavorato e cioè:

TEMA ARTISTICO, SOCIALE e CULTURALE.

 

TEMA ARTISTICO:   SERVICES DI CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO:

Anno  1976 – 80: Studio e presentazione della carta Monumentale di Narni;

Anno 1977 – 78: Contributo per il restauro della Chiesa di S.Agostino

Cenni storici: La Chiesa fu edificata nel periodo medievale intorno al 1300 dai frati agostiniani, i quali avevano ricevuto in donazione dal Vescovo di Narni, Orlando, l’antico monastero benedettino di S.Andrea della valle con annessa la Chiesa. Essa si estendeva parallela alle mura castellane. La Chiesa attuale venne costruita alla fine del XIII e all’inizio del XIV secolo. La facciata nuda presenta un ingresso singolare costituito da un portale , da un rosone in cotto in alto al centro e a destra dalla figura di una Madonna. All’interno, la struttura si presenta atre navate, divise da due file di pilastri sottili e slanciati e conserva  un prezioso soffitto ligneo contenente la tela raffigurante “la Gloria di S.Agostino”. L’opera più importante che vi si conserva  è l’affresco raffigurante la “Madonna col Bambino tra S.Lucia e Santa Apollonia” eseguito dal noto pittore umbro PierMatteo d’Amelia.

Anno 1981 – 82: Contributo erogato per dotare la Chiesa di S.Francesco delle controporte di vetro per difendere i dipinti di Giotto;

Cenni storici: La Chiesa di S.Francesco  si trova nel centro storico di Narni e fu edificata intorno al 1226 nel luogo dove il Santo aveva dimorato e riunito una piccola comunità di frati. La facciata si presenta con un ricco portale ad archi concentrici sormontato da una nicchia. L’interno della Chiesa è a tre navate, divise da pilastri affrescati che sostengono ampie arcate. Nelle navate laterali si aprono 5 cappelle di cui la più nota è quella degli Eroli perché è decorata con affreschi che si ispirano alla pittura di Giotto. Anche la Sacrestia presenta la volta e le pareti affrescate  da Alessandro Torresani con scene che raffigurano l’Annunciazione, l’Adorazione dei Magi, le Nozze di Cana ed il Redentore.

Anno 1982 – 83: Elaborazione di un progetto per la sistemazione dell’Ara Preistorica in località Grotta d’Orlando.

Cenni storici: Col nome Grotta d’Orlando ci si riferisce ad un importante reperto di archeologia preistorica. Di particolare interesse sono i graffiti preistorici visibili  sulla parte esterna della grotta che, probabilmente, rappresentano simboli di carattere propiziatorio.

Anno 1987 – 88: Restauro  Pala lignea “Annunciazione” di Benozzo Gozzoli.

Cenni storici: L’Annunciazione è un’opera di tempera su tavola e data 1450/1455, conservata attualmente a Narni presso il Museo Palazzo Eroli. Nel raffigurare la Vergine, inginocchiata con le mani incrociate sul petto all’interno di un portico, l’artista Bozzoli, richiama esplicitamente l’affresco del Beato Angelico custodito nel convento di S.Marco a Firenze.

Anno 1988 – 89: Restauro di tre quadri raffiguranti  S.Bernardino da Feltre, S.Antonio da Padova ed il Beato Lattanzio della Marca attribuiti al pittore Lorenzo di Lorenzo.

Anno 1990 – 91: Restauro di due statue che si trovano accanto alla tomba di S.Giovenale in Duomo e che rappresentano quella  lignea di S.Giovenale e l’altra in terracotta la Madonna col Bambino;

Restauro di un testo storico del 700 amanuense sulla città di Narni attribuito a Ferdinando Brusoni;

Ristrutturazione dell’orologio settecentesco posto sulla torre civica in piazza dei Priori.

Cenni storici: L’orologio è montato su una struttura in muratura su cui poggia la macchina di fattura settecentesca. Sul quadrante i numeri romani in metallo sono fissati direttamente sulla parete di pietra. La costruzione è stata opera di un artigiano locale nel 1700. Ci si accede da piazza dei Priori con ingresso e scala autonoma che si trova alla base della torre, sul lato destro del campanile, dotato a questo scopo  di una scala a chiocciola. Attualmente l’orologio funziona con un impianto elettrico alloggiato all’interno del palazzo Comunale;

Ristrutturazione dell’orologio dell’800 posto sulla torre di piazza Garibaldi.

Cenni storici: L’orologio è montato su un supporto in muratura  e sul telaio si trova inciso il nome del costruttore “Fratelli Gelsomini Trevi – Umbria A.D. 1873”. Il quadrante contiene i numeri romani in metallo direttamente fissati alla parete. All’orologio si accede tramite un accesso apposito che si trova al lato del campanile il quale è dotato di una scala a chiocciola in legno.

Anno 1993 – 94: Restauro del Crocefisso ligneo del 1500 sito nella Chiesa di S.Agostino.

Anno 1994 – 95: Restauro del Crocefisso ligneo del 1500 sito sull’altare maggiore  della Chiesa dello Speco di S.Francesco a S.Urbano di Narni.

Anno 2000 – 01: Restauro affreschi nel sotterraneo ex S.Domenico.

Anno 2001 – 02: Restauro affreschi sotterraneo ex S.Domenico raffigurante  “la Madonna della Rupe”.

Anno 2002 – 03: Contributo erogato per un corso di formazione volontari CAI (Associazione di arte e cultura).

Informazione: Il CAI è un’associazione apolitica e non a scopo di lucro. Si propone di svolgere attività sociale nei settori della cultura in tutte le sue forme e nell’artigianato. In sostanza CAI si prefigge l’obiettivo di consorziare le associazioni che hanno interessi affini e che condividono la volontà di promuovere e diffondere l’arte.

Restauro  del supporto ligneo del dipinto “Resurrezione di Cristo” attribuito al pittore Marcantonio Aquili e che si trova presso la Pinacoteca di Narni.

Anno  2005 – 06: Restauro degli affreschi sulla volta della Chiesa di S.Maria della Rupe.

Anno 2006 – 07: Restauro dell’affresco “S.Giorgio e il Drago” sito nella Chiesa di S.Domenico.

Anno 2007 – 08: Restauro della tavola lignea raffigurante S.Giovenale , patrono della città, sita in Duomo.

Anno 2010 – 11: Restauro del quadro raffigurante S.Sebastiano sito nella Chiesa di S.Agostino a Narni.

Anno 2013 – 14: Inaugurazione dell’affresco restaurato di “S.Giorgio e il Drago” visibile nella Chiesa di S.Domenico a Narni.                     

 

TEMA SOCIALE: SERVICES RELATIVI AI VALORI SOCIALI DEL CLUB DI NARNI                                         

La solidarietà è il filo conduttore del Club. Fedele alla programmazione nazionale e distrettuale, il Club, da quando è stato costituito ha focalizzato l’attenzione ai problemi sociali della città, collaborando con le Istituzioni  locali e alleviando, così, con i suoi interventi, le problematiche umanitarie che nei vari strati sociali si sono evidenziati.

I soci consapevoli della loro mission , hanno posto al primo posto l’attenzione sui bisogni della cittadinanza, nel rispetto della dignità dei destinatari e lavorando sui Services  con tenacia, umiltà ed entusiasmo.

In pratica hanno saputo tradurre, in senso di responsabilità nei confronti di chi si trovasse in stati di indigenza, i contributi devoluti, offrendo  così un sorriso ai beneficiari e traendo soddisfazione dall’operato posto in essere.

Certamente si può e si deve fare di più,  e appunto per questo ogni anno lionistico si apre con programmi  in cui emerge la volontà dei Presidenti di aprire nuovi confini di servizi ai   Services con l’ausilio delle professionalità di tutti i soci componenti il Club.

Per ottenere risultati soddisfacenti nel Club si lavora in “squadra” dove ciascun socio svolge la propria funzione, agisce con umiltà, rispetta le persone e condivide gli obiettivi raggiunti. Tutto ciò ha permesso di porre, da sempre, l’attenzione sulle diverse strutture della città ,come l’Ospedale, le Associazioni Umanitarie, la Scuola ,con indagine approfondita sui bisogni e con interventi mirati all’insegna dei principi della “Dignità, Armonia ed Umanità”.  “RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE” è stato in tutti questi anni il principio che ha aiutato il Club ad accrescere sia numericamente che  funzionalmente.

Si ritiene, dunque, opportuno analizzare con dettaglio i Services  Sociali che il Club  negli anni ha soddisfatto, i quali assieme a quelli artistici e culturali hanno prodotto la sua visibilità all’interno dell’organizzazione distrettuale lionistica , ne hanno determinato il suo accrescimento  e non ultimo, ha rafforzato la sua visibilità nei confronti della cittadinanza in generale , ma in particolare è riuscito a creare un solido rapporto collaborativo con le autorità locali condividendone gli obiettivi  in ottemperanza all’art.118 della Costituzione il quale recita: “ Stato, Regioni ,Province e Comuni  favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini singoli ed associati, per lo svolgimento di attività d’interesse generale, sulla base del principio della sussidiarietà”.

 

SERVICES SOCIALI:

Anno 1976 – 77: Contributo per l’acquisto di un pancreas artificiale donato all’ospedale di Narni;

Anni 1980 – 81 -82 -83: Contributi finanziari per migliorare la didattica di una scuola privata; Borsa di studio a studenti universitari residenti nel territorio narnese che abbiano riportato d una media alta nei loro esami nel  1° anno accademico; donazione alla Cattedrale di Narni di un apparecchio guida fonico turistico in 4 lingue; acquisto di una coppa per la premiazione del vincitore della gara di scherma disputata dai giovanissimi.

Anno 1983 – 84: contributo, per iniziativa del Club, dell’acquisto di un “eco tomografo” donato all’Ospedale civile di Narni;

Anno 1984 -85: Erogazione di borse di studio agli studenti universitari meritevoli. Acquisto di alcuni volumi  riguardanti “Incendio nei boschi” donati alla Protezione Civile di Narni;

Anno 1989 -90: Concorso a premi per la presentazione del miglior poster per il tema “La città e l’ambiente in cui viviamo” in collaborazione con le scuole della città;

Anno 1991 – 92: Acquisto libri di testo distribuiti alle scuole elementari della città;

Anno 1992 – 93: Partecipazione alla raccolta fondi per le malattie genetiche legata alla trasmissione Telethon; Contributo erogato al Centro di Ippoterapia;

Anno 1993 – 94: Posa in opera di due cartelli stradali; Tre borse di studio destinati a tre studenti meritevoli dell’Istituto Superiore di Narni;

Anno 1994 – 95: Contributo stabilito per gli alluvionati; Contributo erogato all’associazione Il Faro “lotta contro il cancro” di Narni; Borse di studio erogate agli studenti universitari meritevoli;

Anno 1995 – 96: Istituzione di un premio destinato al miglior tema svolto da tutte le scuole cittadine e dedicato alla memoria del socio fondatore Angelo Bufi; Attività di sensibilizzazione ed informazione dirette ai giovani delle V° classi degli Istituti Superiori di Narni sui vari programmi della Comunità Europea (Erasmus, Socrates, Leonardo, ecc.) con donazione alle scuole di CD- Rom e dischetti sull’argomento; dono di un computer attrezzato al Centro di Riabilitazione Sociale Beata Lucia; Contributo al Service Nazionale “Obiettivo persone vere per vincere la leucemia”; Contributo al Service Nazionale”La solidarietà come impegno di tutti – Progetto Albania”; Contributo al Service Nazionale “Certamen Taciteum” riguardante la traduzione delle opere di C. Tacito.

Anno 1996 – 97: Contributo all’Associazione Magnificat per beneficenza; Contributo all’Associazione “Lotta contro il diabete” (A.I.L.D.);  Solidarietà e Service per Casa Accoglienza ai malati oncologici.

Anno 1997 – 98: Istituzioni di borse di studio agli studenti di istruzione secondaria che si siano distinti negli elaborati aventi il tema “Trapianto degli Organi”; Emissione di un contributo per le zone colpite dal terremoto nelle Marche ed in Umbria; Acquisto di 5 estintori da destinare alla scuola elementare delle Suore di S.Anna.

Anno 1999 – 2000: Contributo all’Associazione di Narni il Faro per la lotta contro il cancro; Buoni spesa destinate alle famiglie bisognose in occasione del Natale, su indicazione dei Servizi Sociali del Comune di Narni; Donazione di un monitor 17”  alla cooperativa il Faro per i giovani portatori di handicap.

Anno 2000 – 01: Acquisto di targhe in bronzo destinati agli edifici storici di Narni; Erogazione di un contributo destinato alle zone alluvionate della Valle D’Aosta; Contributo  destinato all’Associazione “Amici Banca degli occhi Melvin Jones; contributo erogato all’Associazione il Faro di Narni per la lotta contro il cancro.

Anno 2001 -02: Finanziamento al progetto Infanzia Serena “Diritti del fanciullo”; Erogazione di un contributo in favore del “Forum Bambini di Cernobyl” per l’acquisto di un bus; Contributo all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”; Contributo erogato alla Diocesi di Narni – Amelia per la mensa S.Valentino in favore dei poveri.

Anno 2002 – 03: Contributo in favore dell’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”; Contributo erogato per il corso di formazione volontari CAI; Donazione di un bancone per falegnameria in favore della Cooperativa il faro; Erogazione di un contributo alla struttura Atleti Disabili.

Anno 2003 – 04: Contributo al service del Governatore “Infanzia negata: vaccinazione polivalente”; Partecipazione alla spesa per il corso di formazione “Sangue Placentare” per 5 ostetriche ed 1 medico del Dipartimento Infantile dell’Ospedale di Narni;  Acquisto e donazione di giacconi impermeabili  alla protezione Civile sezione di Narni; Acquisto di ulteriori 4 targhe in bronzo per altrettanti edifici storici di Narni; Contributo erogato all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”; contributo erogato all’Associazione Lions “Lotta contro il Diabete”.

Anno 2004 – 05: Contributo erogato alle popolazioni colpite dal maremoto nel Sud-Est Asiatico.

Anno 2005 – 06: Acquisto di targhe in bronzo per gli edifici storici di Narni; Partecipazione alla raccolta degli occhiali usati; Contributo erogato al Leo Club di Terni;  Contributo erogato all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”.

Anno 2006 – 07: Contributo erogato alla Cooperativa il Faro di Narni; Contributo erogato al gruppo volontari  Vincenziani  in favore delle famiglie povere della città; Contributo erogato all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”; Buoni pasto distribuite alle famiglie bisognose in collaborazione con l’assessorato delle politiche Sociali del Comune di Narni; Acquisto e donazione di una macchina fotografica digitale al 1° classificato al concorso scolastico “I Matematti”; Erogazione di un contributo per Sigh First.

Anno 2007 – 08: Contributo versato al Governatore da utilizzare per beneficenza ; Contributo erogato all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”; Contributo erogato alla cooperativa il Faro; Donazione di una macchina fotografica digitale destinata al vincitore del concorso scolastico “I Matematti”; Contributo per Sigh First; Contributo erogato al Centro Italiano Raccolta Occhiali Usati.

Anno 2008 – 09: Contributo erogato alla sezione di Narni della Protezione Civile per l’acquisto di magliette polo di cotone; Acquisto sciarpe Telethon;  Contributo erogato all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”;  Contributo erogato al Centro Integrazione Sociale “Il Faro”; Donazione di una fotocopiatrice al Liceo Gandhi per la giornata della scienza;  Contributo erogato al Centro Raccolta Occhiali Usati; Adozione a distanza di un bambino;  Contributo erogato ai terremotati dell’Abruzzo; Donazione di materiali per attrezzare il parco giochi presso l’Istituto Beata Lucia di  Narni.

Anno 2009 – 10: Acquisto di gadget realizzati dai disabili di Amelia e donati in occasione della Charter – Nigth  con visita del Governatore; Buoni pasti  distribuiti alle famiglie bisognose del Comune di Narni in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali; Donazione di materiali da laboratorio all’associazione “Il Faro”; Contributo erogato all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”; Contributo erogato in favore dei bambini del Burkina Fasu; Contributo erogato in favore della fondazione F.RTAVA NPH;  Contributo erogato un favore dei terremotati di Haiti; Donazione di armadi ed attrezzature per ufficio destinati ai Centri  Anziani di Narni e Narni Scalo; Adozione a distanza di un bambino tramite “Amici di S.Anna  ONLUS”;  Posa in opera di una targa stradale “Lions Club di Narni”; Borse di studio per gli studenti meritevoli delle scuole  superiori di Narni e Amelia.

Anno 2010 – 11: Dono al Governatore per Service distrettuale; Buoni pasto distribuite alle famiglie bisognose in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali di Narni; Contributo erogato all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”; Contributo erogato all’Associazione “Il Faro” di Narni; Adozione a distanza di un bambino Bielorusso;  Donazione di un televisore, di un foto proiettore, e delle sedie per i Centri Anziani di Narni e Narni Scalo; Donazione di una fotocopiatrice per il concorso “I Matematti”; Contributo erogato per attrezzare l’automezzo della sezione della Protezione Civile di Narni; Contributo erogato in favore della popolazione giapponese colpita dal terremoto e dallo tsunami;  Borse di studio date agli studenti meritevoli delle scuole superiori di Narni e Amelia.

Anno 2011 – 12: Contributo erogato per il service “Bosco Lions”; Buoni pasto distribuite alle famiglie bisognose di Narni in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali; Contributo erogato per RHA  per il premio Rosa d’Oro; Contributo erogato per il concorso “I Matematti”; Raccolta degli occhiali usati; Donazione di un trapano e di una rilegatrice termica all’Associazione “Il Faro”; Dono di una targa alla Scuola Elementare  A.Garibaldi; Donazione di una targa al reparto di Pediatria dell’ospedale Civile di Narni; Contributo erogato ai terremotati dell’Emilia Romagna; Borse di studio distribuite agli studenti meritevoli delle Scuole Superiori di Narni e Amelia.

Anno 2012 – 13: Contributo erogato alla LCIF per le vaccinazioni contro il morbillo; Donazione di due defibrillatori alle Associazioni Calcistiche di Narni e Narni Scalo; Buoni pasto distribuite alle famiglie bisognose di Narni in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali; Contributo erogato all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”; Premio attribuito al vincitore del concorso “I Matematti”; Borse di studio destinate agli studenti meritevoli delle scuole Superiori di Narni e Amelia.

Anno 2013 – 14: Marcia di solidarietà (Vita per la Vita); Premio per il migliore Poster per la Pace; Contributo erogato all’Associazione di Narni “Lotta contro il cancro”; Contributo erogato all’Istituto Beata Lucia; Buoni pasto distribuiti alle famiglie bisognose di Narni in collaborazione con l’Assessorato alle politiche Sociali; Acquisto di una macchina fotografica digitale destinata al vincitore del concorso “I Matematti”; Raccolta e distribuzione di indumenti usati con la collaborazione della Caritas di Narni; Contributo erogato per la “Cena per Maurine”; Erogazioni di borse di studio alle V° classi degli Istituti Superiori di Narni e Amelia; Fornitura di tre sedie al Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Narni.

Anno 2014 – 15: Acquisto di una macchina fotografica digitale come premio al concorso “Poster per la Pace”; Premio di una stazione meteorologica assegnata al vincitore del concorso “I Matematti”; 5 borse di studio assegnate agli studenti meritevoli delle V° classi degli Istituti Superiori di Narni e Amelia; Contributi erogati alle Associazioni Beata Lucia, PROCIV ecc.; Buoni pasto per le famiglie bisognose di Narni in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali.   

  

TEMA CULTURALE:     SERVICES RELATIVI AD  APPROFONDIMENTI di  ARGOMENTI di INTERESSE GENERALE  –  VISITE  ISTRUTTIVE.

Tanto è stato fatto  dal Club sul tema culturale.  Dall’analisi dei Services si evidenzia come la sensibilità culturale dei soci ha posto in risalto la curiosità ed il rispetto delle altrui opinioni e ogni tema affrontato nei vari  convegni  ha contribuito a rafforzare in ciascun componente del Club l’ORGOGLIO di essere Lions.

La varietà degli argomenti trattati hanno contribuito ad aprire la strada ad opportunità di confronto con  la cittadinanza e hanno offerto ai partecipanti la possibilità di esprimere serenamente e liberamente le proprie idee, le proprie perplessità ma anche di operare suggerimenti e stimoli utili al miglioramento della realtà sociale locale.

L’uso di sostanze stupefacenti con le sue conseguenze; la famiglia nella realtà sociale; l’inquinamento acustico ed atmosferico; i rapporti del cittadino verso la Pubblica Amministrazione e le Istituzioni; i diversi aspetti delle malattie oncologiche, infantili, diabetiche, ginecologiche; la tutela della pace; la tutela dell’infanzia; le violenze negli stadi, o nel mondo giovanile come il bullismo, o contro le donne; la ludopatia; il ricordo dell’imperatore Augusto nel bi millenario della sua morte; ecc. ecc. sono tutti temi ai quali il Club anno per anno ha dedicato le proprie risorse con tenacia ed armonia.

Non sono mancate neanche le cosiddette “gite fuori porta” come la visita ai Musei capitolini, ad Assisi per conoscere approfonditamente la “dimora” di S.Francesco che tutto il mondo ci invidia, la bellissima visita all’Expo di Milano; esse hanno avuto il fine non solo di essere momenti di evasione per i soci, ma anche di permettere una maggiore coesione nel gruppo, rinnovando in ciascuno l’entusiasmo dell’appartenenza al Lions Club.

 

SERVICES CULTURALI:

Anno 1975 – 76: Conferenza e dibattito sull’uso della droga; Conferenza e dibattito sul nuovo diritto di famiglia.

Anno 1976 – 77: Conferenza e dibattito sull’effetto di latitudine sulla mortalità per tumori maligni; Conferenza e dibattito sul “L’inquinamento dai rumori”.

Anno 1979 – 80: Studio sui risvolti giuridici relativi al diritto di palco in occasione del restauro del Teatro Comunale di Narni.

Anno 1980 – 81: Conferenza e dibattito sul tema “ Produzione di energia elettrica da processo nucleare”; Conferenza e dibattito pubblico sul tema “Volontariato, espressione di libertà”; Conferenza e dibattito sul tema “Crisi energetica – Energie alternative”.

Anno 1981 – 82: Conferenza e dibattito pubblico con la partecipazione come relatore di frate Carlo Carreto sul tema “La profezia di Francesco – la non violenza”; Conferenza e dibattito pubblico sul tema “Realtà, prevenzione, trattamento ed esperienze sulle tossicodipendenze”.

Anno 1982 – 83: Studio sulle funzionalità delle bocche antincendio del civico acquedotto.

Anno 1983 -84: Conferenza e dibattito sul tema “Anziani dimensione 2000”; Conferenza e dibattito sul tema “Contributo alla conoscenza dell’inquinamento atmosferico”; Conferenza e dibattito con la partecipazione come relatore del Difensore Civico della Regione Umbria sul tema “Aspetti della tutela non giudiziaria del cittadino nei confronti della Pubblica Amministrazione”.

Anno 1984 -85: Conferenza sul tema “Come leggono gli Italiani”.

Anno 1985 – 86: Conferenza sulle attività della Protezione Civile; Tavola Rotonda sul tema “L’Europa per la pace nel mondo”; Conferenza sulle cardiomiopatie.

Anno 1986 – 87: Conferenza sul nucleare; Dibattito sul tema “Etica e diritto in un mondo planetario”; Conferenza e dibattito sul tema “Informatica presente e futura”; Presentazione al Sindaco di Narni del progetto di fattibilità su “Parcheggio in zona Memoria”.

Anno 1987 – 88: Erogazione di un contributo al Liceo Scientifico di Narni per una manifestazione teatrale.

Anno 1988 – 89: Conferenza sull’economia nazionale e locale; Conferenza sul Lionismo per immagini.

Anno 1989 – 90: Conferenza e dibattito sul tema “L’Informazione oggi”; Contributo erogato per realizzare una guida turistica sulla città di Narni con allegata la Pianta della città.

Anno 1992 – 93: Concerto a favore Sight First.

Anno 1994 – 95: Conferenza sul tema “ Soggiorno, aiuto ai bambini di Chernobyl”; Conferenza sul tema “ Origini e sviluppo del Lionismo”.

Anno 1995 -96: Attuazione Service Distrettuale e di Club “Il nostro Comune, il nostro Statuto: l’impegno di solidarietà civile dei Lions per rendere concreta la partecipazione del cittadino alla vita delle Istituzioni”; Conferenze e dibattiti svolte presso le V° classi del Liceo Scientifico e dell’Istituto per geometri di Narni sul tema “Statuto del Comune”; Elaborazione del tema a cura dei ragazzi coinvolti dal titolo “Lo Statuto come strumento di Democrazia e di partecipazione del cittadino alla vita della comunità. Riflessioni e suggerimenti”.

Anno 1996 – 97: Gita ai Musei Capitolini.

Anno 1998 – 99: Stampa del libro “Leggende Narnesi” a cura di C. Magnosi con la collaborazione della scuola elementare di Narni; Conferenza e dibattito sulla malattia del diabete; Convegno sul tema “Stato dell’ambiente del territorio Narnese – Ternano;  Concerto per reperire dei fondi da destinare al rifacimento della vetrata e dell’abside della chiesa di S.Francesco danneggiati da un incendio.

Anno 1999 -2000: Collaborazione interclub per organizzare il Congresso d’Autunno del Distretto sul tema “Disoccupazione e lavoro: nuove strategie e formazione dei giovani nel terzo millennio”; Partecipazione in interclub per la conferenza sul tema “ la tolleranza come rispetto, accettazione ed apprezzamento della ricchezza e della diversità delle culture – Riconoscimento dei diritti universali e della libertà degli altri”; Convegno sul tema “ Abusi e maltrattamenti  sui minori: la tutela dell’infanzia e dell’adolescenza verso l’integrazione delle politiche sociali e locali”.

Anno 2000 – 01: Convegno e dibattito in interclub sul tema “Collocamento al lavoro dei disabili nella provincia di Terni”; Visita ai Musei Capitolini; Tema – concorso rivolto alle scuole primarie di Narni sull’argomento “Sorella acqua: conoscerla per salvarla”.

Anno 2001 – 02: Concerto per violino e chitarra per il restauro, con durata biennale, degli affreschi del sotterraneo ex S. Domenico dedicato ora alla “Madonna della Rupe” consacrato in tale occasione.

Anno 2002 – 03: Collaborazione interclub per il convegno sul tema “ Violenza nel mondo giovanile”.

Anno 2003 – 04: Convegno interclub sul tema “ Cellule Staminali”; Posa in opera della segnalazione turistica “Cisterna Romana” presso l’Università di Narni.

Anno 2004 – 05: Sostegno economico erogato per il concerto di musica sinfonica eseguito dal gruppo “Orchestra Amstel” in tournèe in Italia e presente a Narni in occasione della Corsa dell’Anello; Service “No Doping”; Concorso indetto per le scuole di Narni per lo svolgimento del “Tema per la pace”.

Anno 2005 – 06: Conferenza e dibattito per il centenario della morte di Einstein; Service interclub sulla “Sordità”; Contributo erogato per la pubblicazione del libro “Un tozzo de pane…..du baca d’oliva” alla scuola elementare G.Garibaldi di Narni.

Anno 2006 – 07: Conferenza sul tema “Cellule Staminali” relatore il prof. Vescovi; Convegno interclub sul tema “Immigrazioni”.

Anno 2007 – 08: Conferenza sul tema “Acqua”; Conferenza ad Amelia sul tema “Bandiere turche”; Acquisto di biglietti per il concerto a favore dell’UNESCO.

Anno 2008 – 09: Conferenza e dibattito sull’Ambiente; Conferenza sul tema “ Energia con impianti fotovoltaici”.

Anno 2010 – 11: Celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia in collaborazione con il Comune di Narni; Collaborazione interclub con Terni Host per il convegno “La Costituzione Italiana: conoscerla ed amarla”- Relatore il Presidente Emerito della Corte Costituzionale Antonio Baldassarre; per questa occasione assegnazione di un premio al miglior tema svolto dagli studenti delle Scuole Superiori sul tema del convegno.

Anno 2011 – 12: Convegno sul tema “Fisica dei neutrini”; Convegno sul tema “Donazione del cordone ombelicale”;  Convegni ed incontri sul Service “Martina”.

Anno 2012 – 13: Convegno sul tema “Stalking e violenza sulle donne”; Convegno sul tema “Violenza negli stadi”.

Anno 2013 – 14: Convegno in interclub “Le nuove povertà”; Convegno in interclub sul progetto “Martina”; Visita alla Basilica di S.Francesco ad Assisi con l’intervento prestigioso del giornalista Leonello;  Convegno in interclub  con Orvieto sul tema “750° anniversario del miracolo di Bolsena”; Contributo erogato per il convegno medico “Ginecologia e Pediatria”.

Anno 2014 – 15: Convegno per il bi millenario della morte di Augusto organizzato dal socio prof. Roberto Stopponi ; Convegno sulle nuove droghe; Spettacolo teatrale “La Contessa Lara” svolto nel Teatro Comunale di Narni; Convegno sulla “Ludopatia” tenutosi presso la Comunità Incontro; Gita istruttiva all’Expo di Milano; Dibattito in interclub sulla storia del “Ponte di Augusto”; Convegno in interclub sul tema “Alimentazione e salute”; Convegno internazionale sulla malattia del “Diabete Mellito: dalla prevenzione, alla clinica, alla ricerca traslazionale” svoltosi a Narni e a seguire inaugurazione del CIRD presso il Centro Demetra di Terni, organizzato dal socio Andretta.

 

 I PRESIDENTI DEL E PER IL CLUB

Tutto ciò che è stato sopra descritto non avrebbe ottenuto i risultati positivi che il Club vanta se non fosse stata supportata da una Leadership adeguata; infatti i 40 Presidenti, negli anni, hanno svolto il proprio incarico con successo.

Nello svolgimento del loro lavoro hanno reso il Club motivo di orgoglio per i propri soci; hanno, strategicamente, attuato Services di qualità; hanno contribuito al cambiamento nel rispetto delle regole distrettuali e nazionali. In sintesi sono stati brillanti nelle scelte e il risultato finale cui hanno mirato è stato quello di mettere a proprio agio i soci affinchè collaborassero coesi nei confronti della comunità narnese, guadagnandone immagine, prestigio e rafforzando in tutti i componenti il senso di appartenenza Lionistica.

 

 CONCLUSIONI

Basta la soddisfazione di tutto il lavoro fin qui svolto per sentirci Lions? No, c’è ancora molto da fare per la nostra Comunità; quello che fino ad oggi è stato fatto ci rende, sicuramente, orgogliosi del nostro operato, tuttavia bisogna guardare avanti impegnandoci di più nel “servire” chi ha bisogno.

Insieme, all’unisono, possiamo fare molto sia con l’impegno annuale dei cosiddetti “Services perenni”, sia con l’inserimento di altri nuovi che servano d’aiuto nella crescita e/o miglioramento della Comunità narnese all’insegna dell’ARMONIA, nel rispetto della DIGNITA’ dei destinatari dei nostri Services e con un esteso senso di UMANITA’.

Madre Teresa nelle sue missioni sparse nel mondo, con umile sorriso, ammoniva : “ SE NON ABBIAMO LA PACE E’ PERCHE’ ABBIAMO DIMENTICATO di APPARTENERE   GLI UNI AGLI ALTRI”; dunque, nel nostro piccolo Club, mettere a fattor comune le conoscenze e le esperienze che ciascuno di noi porta, sono basilari per progettare nell’immediato futuro nuovi Services che abbiano come obiettivo “il bene comune” e che ciò si traduca nella realtà con l’entusiasmo di stare insieme e continuare a lavorare per tanti altri anni ancora.

 

RINGRAZIAMENTI

Ringrazio il Presidente Federico Montesi, il Segretario Manlio Orlandi, il socio prof. Roberto Stopponi, e tutto il Consiglio Direttivo per l’appoggio che mi hanno dato nell’intraprendere questa iniziativa.

Per dovere, ringrazio la dott.ssa Giorgia Fischetti, esperta e cultrice di Storia dell’Arte per avermi supportato nelle ricerche storiche di alcune opere d’arte.

 

Dott.ssa CLELIA ALAIMO